L’assicurazione auto per i neopatentati

Molti pensano che l’assicurazione auto per i neopatentati sia elevata, ma in realtà non è proprio così. Ecco le informazioni su neopatentati e assicurazione auto sul portale www.infoassicurazionesulweb.it.

Sarà molto importante avere le idee chiare sul tipo di assicurazione e copertura da voler scegliere.

L’eventuale aumento del premio assicurativo quando occorre sottoscrivere una polizza, spaventa molto soprattutto, i neopatentati.

Il costo dell’assicurazione auto per un neopatentato non incrementa molto, se si dispone già di una polizza per coloro che usano l’auto, non occorrerà richiedere quindi, coperture addizionali.

L’incremento del premio di un’assicurazione auto per un soggetto neopatentato è certo soltanto in parte. Vi sono delle società assicurative che applicano diversi costi della polizza auto non a seconda del periodo di conseguimento della patente ma in relazione all’età del soggetto che vorrebbe sottoscrivere un’assicurazione per la proprio auto.

Il limite entro il quale sarà possibile avere un premio assicurativo auto conveniente riguarda la fascia di età 26-28 anni, pure nel caso di neopatentati, perché le varie società assicurative vagliano i soggetti più a rischio che presentano un’età fra i 18 e i 26 anni, mentre alcune società fino ai 28 anni.

Prima della scelta di una nuova società, se non si potrà ereditare la classe di merito appartenente al proprio genitore, è fondamentale richiedere preventivi per poter valutare la soluzione che più si adatta alle proprie esigenze, pure in relazione alle coperture offerte.

Nel caso l’assicurazione auto includa la copertura per tutti quelli che usano l’auto, non ci saranno problemi a dover prestare il veicolo ad un neopatentato.

Se si vuole far usare il veicolo assicurato ad un figlio neopatentato è rilevante segnalare alla società assicurativa la presenza di un’altra persona utilizzatrice dell’auto vettura, perché l’assicurazione non va a coprire un’altra persona che guida un auto non sua, in caso di eventuali sinistri oppure danni provocati a terzi.

Se con la medesima tipologia di polizza auto, si ha la consapevolezza che il proprio figlio neopatentato userà l’auto soltanto in poche situazioni, sarà possibile non comunicare niente alla compagnia assicurativa, senza dover sottoscrivere una copertura sinistri nuova.

Se si ha invece sottoscritto un’assicurazione auto dove il soggetto neopatentato non sarà inserito nella lista dei possibili guidatori dell’auto, il sinistro non sarà risarcito dalla società assicurativa. In ciò è rilevante informare il proprio figlio di eventuali rischi e danni che è possibile correre mediante errati comportamenti e non in sicurezza, elementi su cui si vanno a basare pure i diversi corsi di informazione relativi alla sicurezza stradale.